Libreriamo Network

Sciopero Uffizi, per Garante è illegittimo

Lo sciopero? ‘Illegittimo’. A dichiararlo è l’autorità di garanzia. L’agitazione è stata proclamata da Filcams e Cgil Uiltucs. Era stata criticata dal ministro e dal sindaco Nardella 

 
MILANO – È stato dichiarato illegittimo lo sciopero agli Uffizi per il giorno di Pasqua: l’Autorità di garanzia per gli scioperi ha rilevato l’illegittimità dello stop (proclamato da Filcams Cgil e Uiltucs Uil) del personale della Società Opera Laboratori Fiorentini, operante presso il Polo Museale di Firenze, per il 4 e il 5 aprile prossimi. Lo si legge in una nota dell’Autorità.

 
AUTORITÀ: iniziativa viola la legge – Secondo l’Autorità, quello sciopero ‘viola la legge, con riferimento al mancato esperimento delle procedure di raffreddamento e di conciliazione, all’eccessiva durata della prima azione di sciopero e al mancato rispetto del periodo di franchigia pasquale’. La legge sul diritto di sciopero, infatti – ricorda l’Authority – ricomprende tra i servizi pubblici essenziali le attività legate alla sorveglianza e alla vigilanza dei beni culturali. Il mancato adeguamento all’indicazione dell’Autorità determinerebbe una procedura di valutazione del comportamento dei sindacati e l’eventuale adozione di sanzioni.

 
«Il ministro Dario Franceschini sabato convochi i segretari generali delle nostre categorie per tentare di risolvere una volta per tutte la situazione dei lavoratori occupati negli appalti museali”. La richiesta ufficiale di una convocazione nel giorno della visita del ministro per “Italia 2015, il Paese nell’anno dell’Expo” a Palazzo Vecchio, in merito alla questione dell’annunciato sciopero per Pasqua nei musei statali fiorentini, tra i quali anche gli Uffizi, arriva dal segretario generale della Uiltucs Toscana e Fiorentina Marco Conficconi. Lo scopo, spiega il segretario della categoria Uil che si occupa di turismo, commercio e servizi, è «non lasciare nulla di intentato, provare ogni strada per dare certezza alle lavoratrici e ai lavoratori e per scongiurare lo sciopero. Ne va del futuro di oltre 300 persone ed è un nostro dovere tentare in ogni modo di tutelarle salvando il posto di lavoro».

 
LA RISPOSTA DEI SINDACATI – «Siamo interdetti, la decisione dell’Autorità di garanzia per gli scioperi ci pare arrogante. Oltretutto, a quanto ci risulta, l’Autorità non era finora mai intervenuta in caso di scioperi nei musei». Lo ha detto Massimiliano Bianchi della Cgil, commentando quanto stabilito dall’Autorità di garanzia per gli scioperi che ha ritenuto illegittimo lo sciopero indetto dalla stessa Cgil e dalla Uil. «Comunque sia – ha concluso il sindacalista – abbiamo già messo in campo i nostri legali per approfondire i contenuti di questa pronuncia di fronte alla quale non resteremo inerti».

 
25 marzo 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Libreriamo