Ritrovati a Milano tre dipinti trafugati dai nazisti nel ’44

Ritrovati a Milano tre dipinti trafugati dai nazisti nel '44

MILANO – Una storia degna di un film quella dei dipinti del XV secolo trafugati dai nazisti nel 1944. Le opere in questione, furono sottratte dall’abitazione di Camaiore (Lucca) del Principe Felice di Borbone Parma, all’epoca Principe del Granducato del Lussemburgo. Dopo settant’anni, una tappa in Sud Tirolo, poi quasi in Germania e, infine, a Milano, sono stati recuperati dagli uomini dal Nucleo tutela patrimonio culturale dei carabinieri di Monza. Gli ex due possessori sono ora indagati per ricettazione, perché le opere appartengono allo Stato italiano.

I DIPINTI – Si tratta di una Madonna con Bambino attribuito a Giovanni Battista Cima, in arte Cima da Conegliano; una Trinità attribuita al pittore fiorentino Alessandro Baldovinetti e la Circoncisione del Bambino Gesù del miniatore veronese Girolamo Dai Libri (1474-1555). Tutte le opere necessitano di restauri presentando pellicole pittoriche fragili, i cui colori hanno perduto l’originale brillantezza.

I MONUMENTS MEN – Già nel 1945 la quinta Armata americana, composta dai celebri ‘Monuments men’, aveva recuperato molte opere sottratte alla casa toscana del Principe del Lussemburgo. I dipinti erano stati così restituiti al proprietario nel 1949 ma all’appello ne mancavano tre.

AL SICURO IN BRERA –  I dipinti sottratti dai due salotti di Milano sono stati affidati in custodia alla Pinacoteca di Brera. L’accademia però non può ancora ristrutturarli fino a che non verrà scelto il museo in cui saranno definitivamente sistemati.

 

© Riproduzione Riservata
Tags

Libreriamo