Parte il restauro della maschera di Tutankhamon

Parte il restauro della maschera di Tutankhamon

È iniziato il restauro della maschera di Tutankhamon al Museo Egizio del Cairo. A gennaio il pizzetto della maschera mortuaria più famosa d’Egitto si era staccato durante una pulizia maldestra ed era stata riattaccata frettolosamente con una colla inadeguata.

MILANO – Anche i più importanti reperti storici ed artistici possono subire danni a causa dell’incuria e della distrazione. Lo scorso gennaio la barba dorata della maschera mortuaria di Tutankhamon, custodita al museo egizio de Il Cairo, si è staccata durante un intervento di pulitura ed è stata riattaccata con una colla a base di resina epossidica a presa rapida. L’incidente ha reso necessario un intervento di restauro che è iniziato da poco e la maschera è adesso nelle esperte mani di archeologi tedeschi ed egiziani.

LE OPERAZIONI DI RESTAURO – “Due sono le parti principali di questo progetto, la rimozione e il riposizionamento della barba e la seconda molto importante consiste nello studio completo del materiale usato per la realizzazione e della tecnica di produzione”, spiega l’archeologo tedesco Christian Eckmann. I lavori di restauro potrebbero durare da uno a due mesi. La maschera di Tutankhamon è l’oggetto più famoso della iconografia egiziana. È, con il tesoro del Faraone, l’attrattiva principale del museo egizio.

LEGGI ANCHE: Restauro Maestà Cimabue, con lezione al pubblico

L’INCIDENTE – Durante una lucidatura della maschera del leggendario faraone pare che la barba blu e dorata si sia staccata accidentalmente e sia stata riposizionata frettolosamente con una colla inadatta. Un dipendente del Museo dichiara: ”Sfortunatamente il materiale utilizzato per la riparazione (resina epossidica) è irreversibile ha una grande capacità collante su metalli e pietre ma credo che non fosse adatta per un oggetto eccezionale come la maschera di Tutankhamon. Avrebbero dovuto portare la maschera in un laboratorio ma avevano fretta di esporla di nuovo e sono intervenuti utilizzando questo materiale dalla rapida asciugatura.

22 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata
Tags

Libreriamo

Da oggi anche il patrimonio artistico ha una sua linea di emergenza. Si chiama Culture Help e si propone di segnalare gli abusi che colpiscono tutti i giorni il patrimonio artistico italiano. La nuova linea raccoglierà le denunce e  darà voce a tutti i coloro che sono testimoni di danni, violazioni, disservizi, cattiva gestione nei confronti dai beni monumentali, culturali e artistici italiani.

Culture Help è ideata, gestita e sostenuta da Libreriamo  e si propone di dare voce a tutti i cittadini che vogliono segnalare abusi alla cultura attraverso gli strumenti che la rete oggi può offrire.

Culture Help darà voce anche ai giornalisti delle diverse testate locali e ai blogger presenti in rete, i quali sono già impegnati a segnalare abusi e danneggiamenti, disservizi e cattiva gestione e grazie al sostegno della community di Libreriamo potranno avere più forza per fare arrivare il loro messaggio.