Nino Materi, ”Pompei è lo specchio dell’Italia: enormi potenzialità dissipate per gravi incapacità politiche e gestionali”

MILANO – ‘A Pompei non esistono controlli’. E’ questo il risultato scioccante dell’inchiesta condotta dal giornalista Nino Materi nei giorni scorsi. La celebre penna del quotidiano Il Giornale si è recato presso il sito archeologico e ha potuto tranquillamente rubare pietre antiche trovate per terra e il frammento di una ‘stele’ spezzata poggiata a un muro, mettendoseli indisturbato dentro la propria borsa.

Hai condotto un’inchiesta su Pompei. Che impressione ti sei fatta? Raccontaci un retroscena…

L’inchiesta è stata seria, ma non sono mancati retroscena divertenti. Come quando, dopo aver parlato a lungo con una custode spacciandomi per un turista qualsiasi,  mi sono sentito dire: ‘Ma quale turista… secondo me lei è un giornalista…’ 

 

Di chi sono le principali responsabilità di tale incuria e superficialità?

Pompei è lo specchio del nostro Paese. Enormi potenzialità dissipate per gravi incapacità politiche e gestionali.

 

Quante “Pompei” ci sono in Italia?

Tante. Purtroppo.

 

Cosa si potrebbe fare per recuperare, e quindi valorizzare, il patrimonio artistico italiano?

Da un paese come il nostro, che è riuscito perfino a eliminare la Storia dell’arte tra le materie scolastiche, c’è ben poco da sperare… 

 

Su quali altri casi come “Pompei” ti piacerebbe costruire un’inchiesta?

Un blitz dalle parti del Colosseo non sarebbe male… 

 

Noi abbiamo una sezione apposita dedicata ai disservizi legati al Patrimonio artistico italiano: Culture Help. Perché non se ne parla in maniera approfondita di questi casi, come Pompei appunto?

Sembra assurdo, ma ho l’impressione che il nostro patrimonio artistico non venga avvertito come una risorsa, bensì come un ‘peso’. L’investimento nella tutela dell’arte è visto come uno spreco di denaro pubblico…E, in realtà, il carrozzone burocratico che sovrintende ai nostri beni culturali sembra essere strutturato apposta per confermare nei cittadini il massimo della sfiducia… 

7 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Libreriamo